Stampa questa pagina

Concorso Nazionale gastronomico “ Il miele in cucina”. Edizione 2012

Vota questo articolo
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • (0 Voti)

    Si sono concluse all’Istituto Alberghiero di Soverato le finali della 2^ edizione del concorso Nazionale gastronomico “ Il miele in cucina”, organizzato dall’Associazione Nazionale “ Le Città del miele”.

    Quest’anno è stata Amaroni, città del miele della Calabria , ad ospitare l’importante manifestazione, grazie al prezioso partenariato progettuale ed economico della Camera di Commercio di Catanzaro.

    La manifestazione si è aperta ufficialmente il giorno 7 novembre con il saluto del sindaco di Amaroni Arturo Bova e del presidente dell’ Associazione Nazionale Vincenzo Buccheri, nella sala consiliare di Amaroni, dove si è svolto anche il sorteggio per l’ordine delle prove.

    Presente anche il Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, PAOLO ABRAMO, partner istituzionale.

    A seguire gli studenti, i docenti, i dirigenti e le giurie si sono trasferite presso la sala ristorante dell’ Istituto Alberghiero di Soverato dove è stata organizzata la cena di Gala, a cura degli chef Luigi Quintieri e Renato Sorrentino.

    Prima della cena un piacevole intrattenimento con Enzo Colacino, particolarmente apprezzato dagli ospiti.

    9 gli Istituti Alberghieri provenienti da tutta Italia che si sono avvicendati nelle prove concorsuali:

    l’Ipsseoa “ Giuseppe Minuto” di Marina di Massa, l’I.I.S. –-“ G. Giolitti”- sez. Alberghiera- di Torino, l’IPSSAR “ Le Castella” di Isola Capo Rizzuto, l’ I.I.S.S. “ Luigi Einaudi” di Lamezia Terme, l’ IPRA di Chatillon, l’Ipssar “ G. Marchitelli” di Villa Santa Maria, l’IPSSAR “ P. Mancini” di Cosenza, l’IIS “ Luigi Einaudi” di Canosa di Puglia, l’ Istituto “Dea Persefone” di Locri.

    Due le sezioni in concorso: minestre e zuppe, carni bianche (cucina) e preddiner (sala).

    A “ giudicare” i finalisti una giuria tecnica ed una istituzionale.

    Per la giuria tecnica sezione cucina:

    Antonio Macrì, pres. Unione cuochi Calabria

    Felice Vono ,Pres. Onorario Ass. Prov. cuochi Catanzaro,

    Antonio De Septis, Pres. Centro Studi Ass. Direttori Alberghi di Roma

    Aurelio Raniti- Pres. Ass. Prov. cuochi Vibonesi

    Mariella Bianca – Redattore “ Il Giornale di Sicilia”

    Per la giuria tecnica sez. Bar:

    Angelo Orlando – Ass. Maitre Italiani – sez. Calabria

    Angelo Di Terlizzi- Ass. Maitre Italiani – sez. Calabria

    Stefano Nincevich – Redattore Bar Giornale

    Fausto Raniti – Fiduciario A.M.I.R.A. Calabria

    Le giurie istituzionali erano composte dal Presidente dell’Associazione Città del Miele, Vincenzo Buccheri, dal coordinatore nazionale Serenella Mortani Salgarelli, e dai sindaci e assessori delle varie Città del Miele: Dorina Brunod, Nicola Pallante, Enzo Valerio, Mario Scampelli, Salvatore Sapuppo, e da Piergiorgio Greco, Ufficio stampa della Città del miele.

    Le giurie hanno decretato vincitori le seguenti scuole:

    Sezione Bar I° premio - scuola di Marina di Massa

    Sezione Bar II°premio - scuola di Le Castella

    Sezione Cucina Minestre e zuppe I°premio - scuola di Marina di Massa

    Sezione Cucina Minestre e zuppe II° premio - scuola di Chatillon

    Sezione Cucina Carni bianche I°premio - scuola di Canosa di Puglia

    Sezione Cucina Carni bianche II°premio - scuola di Chatillon

    I premi istituzionali, a cura dell’ Associazione Nazionale “ Le Città del miele” sono stati:

    Primo premio cucina assegno di euro 1.000 che va alla scuola

    Primo premio bar- assegno di euro 500 alla scuola

    Secondi premi: l’ Ape d’oro.

    I premi speciali messi in palio da Callipo Conserve Alimentari di Giacinto Callipo Spa e Gelateria Callipo, due valigie contenenti attrezzature per cucina e bar, sono stati consegnati per la seguente motivazione: per aver realizzato la ricetta più particolare che per i suoi contenuti e ingredienti è ‘ambasciatrice ideale’ dei valori identificativi del territorio d’appartenenza.

    Premio speciale cucina: Ilaria Zingaro dell’ Istituto di Canosa di Puglia per la ricetta “ Agnello in crosta di mandorle laccato con miele di borragine, funghi carboncelli brasati, carote di Polignano e Gelato caldo di patate di Zapponeta”

    Premio speciale bar: Salvatore Salerno dell’ Istituto di Le Castella con il “Pitagora Drink”, contenente il miele di bergamotto.

    I premi speciali sono stati consegnati da Anna Laura Orrico, presidentessa dell’ Associazione “ Io Resto in Calabria”. Il sindaco Bova ah espresso parole di particolare ringraziamento per il Presidente Callipo, ancora una volta vicino ad Amaroni.

    Grande soddisfazione del sindaco Bova per la perfetta riuscita della manifestazione, che ha richiesto un intenso lavoro e una macchina organizzativa all’altezza dell’evento.

    Il Sindaco ha ringraziato la Camera di Commercio di Catanzaro per aver sostenuto fortemente la manifestazione; un saluto particolare a Paolo Abramo sempre attento e sensibile ai progetti che valorizzano il territorio e i suoi prodotti.

    Letto 5380 volte